Invia - Alt+SStampa - Alt+P

Oggetti del Consiglio

Dal 1/1/2013 gli allegati dei resoconti sono reperibili nel link "Iter atto".

Oggetto del Consiglio n. 4161 del 28 gennaio 1993 - Resoconto

OGGETTO N. 4161/IX Approvazione del rinnovo della convenzione con la S.p.A. Air Vallée per la disposizione di un aeromobile.

Presidente Do lettura del testo della delibera:

Deliberazione Il Consiglio regionale

- approvati gli emendamenti del Presidente Lanivi e quello al comma 4 dell'articolo 6 presentato dal Consigliere Riccarand;

- respinti gli altri emendamenti proposti dal Consigliere Riccarand;

Richiamata la precedente convenzione tra la Regione Autonoma Valle d'Aosta e la Società Air Vallée S.p.A. - Services Aériens du Val d'Aoste, approvata dal Consiglio regionale con deliberazione n. 3483/VIII, in data 3 febbraio 1988, stipulata con atto n. 8633 di rep., in data 30 maggio 1988;

Dato atto che la validità biennale di tale convenzione è stata tacitamente rinnovata, per mancanza di disdetta, alla data del 1' giugno 1990 e 1' giugno 1992;

Ritenuto che il servizio fornito alla Regione si è dimostrato particolarmente utile sia per quanto riguarda il trasporto di passeggeri che di ammalati verso centri specializzati;

Considerato inoltre che con la recente definizione delle pratiche burocratiche relative all'acquisizione dal Comune di Saint-Christophe delle aree su cui insistono le attrezzature aeroportuali, potranno finalmente essere perfezionate le pratiche per ufficializzare l'apertura dell'Aeroporto Corrado Gex al traffico commerciale con la conseguente possibilità di richiedere servizi di linea anche nell'interesse dei cittadini valdostani;

Ritenuto che permangono tuttora, anzi sono rafforzate, le motivazioni che avevano indotto la Regione a stipulare la precedente convenzione;

Accertato che con l'acquisto del nuovo velivolo "Lear Get" tempi di percorrenza sono più che dimezzati rispetto a quelli assicurati dal primo aeroplano messo a disposizione da Air Vallée a partire dal 1988 e che pertanto è stato necessario rivedere in modo congruo sia i tempi di utilizzo del mezzo che le tariffe orarie;

Ribadito inoltre che:

- non esistono collegamenti aerei, regolari o a richiesta, integrati nella attuale rete dei trasporti regionali tra l'aeroporto "Corrado Gex" ed il territorio nazionale e frontaliero;

- l'Aeroporto regionale garantisce, con condizioni meteorologiche idonee, la piena operatività agli aeromobili dell'Aviazione Generale e a quelli di 3' livello;

- l'Aereo Club Valle d'Aosta, Ente Gestore dell'infrastruttura per conto dell'Amministrazione regionale, propone da tempo un più proficuo utilizzo della stessa da parte della collettività valdostana;

- è maturata un'utenza (Amministrazione regionale, società private, enti pubblici, associazioni di categoria, privati) che richiede un servizio aereo a domanda;

Valutata l'opportunità di proseguire nell'attività proposta dall'Air Vallée in modo da pervenire ad una situazione di stabilizzazione dell'attività del traffico aereo e commerciale della Valle d'Aosta;

Delibera

1) di approvare l'allegata bozza di convenzione da stipularsi tra la Regione Autonoma Valle d'Aosta e la S.p.A. Air Vallée con sede in Aosta, che costituisce parte integrante della presente deliberazione;

2) di dare atto che il maggiore onere sarà finanziato sullo stanziamento già previsto al Capitolo 22630 ("Spese per la disponibilità di un aeroplano della S.p.A. Air Vallée con sede in Aosta") del bilancio preventivo della Regione per l'anno 1993, che presenta la necessaria disponibilità;

3) di stabilire che alla liquidazione della spesa si provveda ai sensi dell'articolo 58 della legge regionale 90/89.

Convenzione

tra

la Regione Autonoma Valle d'Aosta

e

la Società AirVallée S.p.A. - Services Aeriens du Val d'Aoste

Articolo 1

La Regione Autonoma Valle d'Aosta conferisce alla Società "Air Vallée S.p.A.", sopra citata, l'incarico per interventi di trasporto passeggeri (Amministratori e consiglieri regionali, dipendenti dell'Amministrazione regionale (o cittadini designati da quest'ultima) e/o merci, evacuazioni sanitarie e/o interventi richiesti dall'U.S.L., operazioni di protezione civile, come indicato nell'Articolo 4, da eseguirsi con aeromobile di Categoria Trasporto (a norme FAR 25), con base di partenza l'Aeroporto regionale Corrado Gex.

La società Air Vallée dovrà garantire il collegamento aereo Aosta-Roma-Aosta in tre giorni, fissi e programmati, di ogni settimana ad esclusione di quelli festivi, da concordarsi con l'Amministrazione regionale. In ogni volo saranno riservati, per le esigenze dell'Amministrazione regionale, almeno quattro posti. Nei giorni in cui non è impegnato nel collegamento trisettimanale Aosta-Roma-Aosta l'aeromobile potrà essere a disposizione della Regione Valle d'Aosta; tale rapporto deve considerarsi prioritario e non esclusivo.

Articolo 2

L'aeromobile, con tutto quanto necessario per il volo, sarà reperibile, disponibile e pronto al decollo un'ora prima della partenza che, tranne in casi di grave ed urgente necessità, dovrà essere concordata dagli uffici regionali almeno 12 ore prima.

Decolli ed atterraggi avverranno, secondo le effemeridi astronomiche, dall'Aeroporto regionale di Saint-Christophe, salvo avverse condizioni meteo.

Qualora fosse necessario atterrare a Torino Caselle o Ginevra Cointrin, Air Vallée curerà con mezzi propri il recupero dei trasportati.

L'aeromobile a disposizione dovrà essere dotato di tutti gli strumenti ed accessori necessari al trasporto di passeggeri (sino ad un massimo di 8), di merci ed all'evacuazione sanitaria (un barellato più medico e paramedico) - ai fini di quest'ultima, la Regione potrà richiedere la adozione di nuove attrezzature e/o dotazioni compatibilmente alla possibilità di installazione e di trasporto sull'aeromobile, al tempo di forniture ed al costo delle stesse.

Articolo 3

La Regione può, con preavviso di almeno 24 ore, richiedere, per gravi ed urgenti necessità, la disponibilità di un altro aeromobile di classe similare. In tal caso il costo del servizio sarà pari al valore medio, sul territorio italiano ed europeo, dell'ora di volo di tale aeromobile, comunque non superiore alla tariffa oraria di cui al successivo articolo 6, maggiorata del 30 percento.

Sono previsti 5 giorni al mese di fermi tecnici sia programmati che straordinari.

Nel caso di fermata della macchina oltre tale limite per manutenzione o indisponibilità per qualunque motivo, Air Vallée si impegna a sostituire l'aeromobile con altro avente caratteristiche simili.

Articolo 4

Gli interventi da effettuarsi possono interessare:

- operazioni di protezione civile;

- l'evacuazione sanitaria di cittadini residenti o non residenti;

- il trasporto di ammalati verso centri specializzati o viceversa;

- il trasporto di persone e cose.

Articolo 5

L'incarico si intende conferito per una durata di anni 3 (tre), a decorrere dalla data di sottoscrizione della presente convenzione.

L'importo del canone e della tariffa di volo sarà soggetto a revisione prezzi annuale, come meglio specificato nell'allegato 1.

Articolo 6

Per le prestazioni sopra descritte viene fissato un compenso forfettario annuo di Lire 1.100.000.000= I.V.A. esclusa, corrispondente all'effettuazione di 400 ore di volo all'anno a tariffa agevolata, ossia 100 h di volo al trimestre a Lire 2.750.000/ora volo + I.V.A. Detto importo è onnicomprensivo di tutte le spese per voli su tratte interne, con atterraggi e decolli su aeroporti nazionali.

Peri voli su tratte internazionali, con atterraggi e decolli all'estero, saranno poste a carico della Regione le spese documentate per le tasse aeroportuali e le radioassistenze fornite dagli Enti del Controllo del Traffico Aereo.

Per ulteriori necessità semestrali viene fissato un compenso di Lire 2.600.000= per ora/volo, I.V.A. esclusa da liquidarsi semestralmente.

Articolo 7

Il compenso previsto dal primo comma dell'Articolo 6 sarà liquidato alla Società in rate uguali trimestrali posticipate dietro presentazione di regolari fatture, corredate dallo stralcio dei voli effettuati e delle persone trasportate.

Articolo 8

La programmazione dell'uso del mezzo aereo sarà effettuata dalla Presidenza della Giunta o da altro ufficio regionale delegato, in conformità ad apposito disciplinare approvato dalla Giunta regionale.

Articolo 9

Tutti i voli di servizio dovranno essere registrati, a cura di Air Vallée, su appositi bollettari, firmati dal pilota e convalidati, per quanto attiene i tempi di volo e le motivazioni degli stessi, da parte del richiedente il servizio.

La Società Air Vallée S.p.A. provvederà a trasmettere alla Presidenza della Giunta regionale una relazione semestrale sull'utilizzazione delle ore di volo. La Presidenza della Giunta regionale dovrà inoltrare tale documentazione alla Presidenza del Consiglio regionale.

Articolo 10

La Società Air Vallée S.p.A. si riserva la facoltà di vendere ore di volo ai propri soci o a terzi, in giorni non prenotati e, comunque, negli intervalli di tempo non utilizzati dall'Amministrazione regionale.

Articolo 11

La mancata tempestività ed ogni inadempimento da parte della Società aggiudicataria comporterà il rimborso a favore dell'Amministrazione regionale delle maggiori spese da essa sostenute per cause imputabili alla Società, nonché il rimborso dei danni conseguenti eventualmente subiti dalla Regione stessa.

Nel caso che la Società aggiudicataria si dimostri inadempiente per i motivi sopradescritti, l'Amministrazione regionale potrà chiedere la risoluzione anticipata della presente convenzione.

La Regione resta inoltre esonerata da ogni responsabilità in merito alla presente convenzione, a seguito di danni di qualsiasi genere che possano verificarsi alle persone, alle proprietà in conseguenza dell'uso dell'aeromobile noleggiato.

Articolo 12

Le parti concordano di risolvere amichevolmente qualsiasi vertenza che possa nascere dalla interpretazione della presente convenzione ed, in particolare, per la definizione delle clausole contenute nel precedente Articolo 11. Nel caso in cui non sia possibile raggiungere in questo modo l'accordo, qualsiasi controversia relativa alla presente convenzione sarà risolta mediante arbitrato rituale ai sensi dell'Articolo 806 e successivi del Codice di Procedura Civile. Il Collegio arbitrale sarà composto da tre arbitri cosi nominati:

uno dalla Regione, uno dalla Società ed il terzo che fungerà da Presidente, sarà nominato di comune accordo tra l'Amministrazione regionale e la Società o, in caso di mancato accordo, dal Presidente del Tribunale Civile e Penale di Aosta.

Le decisioni del Collegio arbitrale saranno vincolanti per le parti.

Articolo 13

Le spese contrattuali e di registrazione della presente convenzione sono assunte a carico della Regione Valle d'Aosta.

Articolo 14

La precedente convenzione rep. n' 8633, in data 30 maggio 1988, sarà sostituita a tutti gli effetti dalla data di sottoscrizione della presente convenzione.

Letto, approvato e sottoscritto.

Aosta, li

Per la Regione Autonoma Valle d'Aosta

Il Presidente della Giunta regionale

Per la Società "Air Vallée S.p.A."

Services Aériens du Val d'Aoste

Il Presidente

Allegato 1 Revisione prezzi annuale

La revisione prezzi annuale sul costo dell'ora volo sarà fatta sugli eventuali incrementi ripartiti tra:

- costi assicurativi (calcolati in base alle tabelle del CONSAEREO);

- fluttuazione del valore del dollaro statunitense, relativamente ai costi di carburante, ricambi e manutenzioni generali;

- costo della vita, relativamente al personale ed alle spese generali.

La Regione Autonoma Valle di Aosta

Il Presidente della Giunta regionale

La Società "Air Vallée S.p.A."

Services Aériens du Val d'Aoste

Il Presidente

Presidente Ha chiesto di parlare il Presidente della Giunta.

Lanivi (GM) Questa convenzione ritorna in Consiglio dopo un approfondito ed ampio dibattito, direi fruttuoso, nelle commissioni competenti, che hanno portato alla stesura di emendamenti che vengono apportati alla convenzione che era stata presentata dalla Giunta regionale. Questi sono stati distribuiti e credo abbiano trovato l'unanime consenso dei diversi commissari.

A questi emendamenti che sono stati distribuiti nella tarda serata di ieri c'è da aggiungere un emendamento nella parte finanziaria per quanto concerne la imputazione della spesa, che viene riferita all'anno 1993, e sarà presentato dall'Assessore alle Finanze.

Presidente Ha chiesto di parlare l'Assessore al Bilancio e alle Finanze Lavoyer, ne ha facoltà.

Lavoyer (ADP) L'emendamento finanziario è già stato illustrato dal Presidente; al punto 2 del deliberato si sostituisce 1992 con 1993.

Presidente É aperta la discussione generale.

Ha chiesto di parlare il Consigliere Riccarand, ne ha facoltà.

Riccarand (VA) Come ha detto il Presidente della Giunta, questo argomento è stato oggetto di una approfondita discussione in commissione, che ha portato ad una correzione del precedente provvedimento.

Questo è positivo a mio avviso, perché ha dato una connotazione diversa a questo provvedimento, prevedendo in convenzione un collegamento aereo di carattere trisettimanale Aosta-Roma-Aosta programmato, che potrà essere a disposizione non solo dell'Amministrazione regionale, ma anche di altri utenti.

Il che va nel senso di evitare di dare a questo aeroplano una configurazione di un aereo a disposizione della Giunta regionale, o comunque del Palazzo regionale nel suo insieme, come una cosa a sé stante, sganciata da una utilizzazione più ampia, come in realtà era stata presentata all'inizio.

Inizialmente infatti si era detto che la Regione sarebbe intervenuta garantendo un forfait di ore di volo, con l'obiettivo di avviare un servizio di collegamento, che poi diventi di utilità generale che possa essere usufruito da altri cittadini.

Questo non era possibile se tutti i voli erano a scadenze non programmate e su domanda di volta in volta avanzata dall'amministrazione. Questa modifica introdotta con gli emendamenti presentati dal Presidente della Giunta e concordati in commissione modifica sostanzialmente l'impostazione della convenzione. Accettiamo tutti gli emendamenti che sono stati presentati.

Ci rimane un elemento di dissenso, che già avevo esplicitato in sede di commissione, ed è sull'ammontare del compenso da parte della Regione nei confronti della Società Air Vallée.

Era stato proposto un compenso di 1,1 miliardi, che dovrebbe essere rivisto, al di là della cifra in sé, proprio alla luce della impostazione diversa che diamo alla convenzione.

Il ragionamento qual è stato? Programmiamo questi collegamenti trisettimanali, riserviamo all'Amministrazione regionale almeno quattro posti su questo aereo, che ha una dotazione di otto posti; gli altri quattro posti l'Air Vallée li può cedere a terzi, a soci eccetera, realizzando così un introito, che è calcolabile sulle circa 500mila lire per un viaggio di andata e ritorno.

É chiaro che questi introiti costituiscono un provento per la società e vanno detratti rispetto all'ammontare di una convenzione, che prevedeva 1,1 miliardi con disponibilità pronta. In questo modo invece la società può programmarsi, può avere degli introiti. Secondo me la cosa è molto più positiva, però dovrebbe ridursi l'onere a carico dell'Amministrazione.

Allora le strade sono due: o si prevede una cifra inferiore in convenzione e la proposta che avevo già fatto in commissione è di prevedere 900 milioni invece di 1,1 miliardi. Infatti, facendo un banalissimo calcolo: sono 52 settimane, tre voli settimanali sono 156 voli, per 500mila lire sono 72 milioni per persona, calcolando di non riempire neanche l'aereo ma di vendere a terzi o a soci tre posti soltanto, è un introito di 234 milioni; da qui la proposta di prevedere una riduzione di 200 milioni sul forfait annuale.

L'altra strada è di inserire in convenzione una formula esplicita, in cui i proventi derivanti da posti venduti a soci o a terzi in viaggi concordati con la Regione devono essere detratti dai compensi richiesti alla Regione in base alla convenzione. Però fra queste due formule preferisco la prima, che è molto meno impegnativa per l'Amministrazione: il forfait è quello, tutto il resto se lo gestisce autonomamente l'Air Vallée e non abbiamo complicazioni. Però una delle due formule secondo me dovrebbe essere inserita.

Quindi, dando una valutazione positiva al nuovo impianto della convenzione, presenterò un emendamento relativo all'articolo 6, proprio per modificare questa percentuale. Se non viene accolto l'emendamento, propongo di inserire la clausola di recupero dei fondi all'articolo 10.

Ci sono poi altri due emendamenti, che sono però di carattere strettamente tecnico, che ogni Consigliere potrà vedere, e che non hanno una rilevanza sostanziale.

Presidente Dichiaro chiusa la discussione generale.

Ha chiesto di parlare il Presidente della Giunta.

Lanivi (GM) Propongo l'astensione sugli emendamenti proposti dal Consigliere Riccarand, e cercherò di dimostrare le motivazioni, e l'approvazione della convenzione con gli emendamenti che sono già stati distribuiti e in gran parte concordati dopo gli approfondimenti in commissione, udito anche il rappresentante della società Air Vallée.

Come giustamente ha detto il Consigliere Riccarand, sono due le vie da seguire: o diminuire quell'importo annuo esplicitamente, oppure sapere, perché già si utilizza questa formula in questa situazione particolare in cui si trova l'intera situazione aeroportuale, quindi diciamo è una scelta di tipo realistico, nella sostanza non si modificano i contenuti delle proposte del Consigliere Riccarand.

Per quello penso di proporre senza stravolgere nulla, perché i risultati si raggiungono attraverso le due vie possibili indicate dal Consigliere Riccarand, la seconda via, non quella indicata da lui, in quanto è la più percorribile.

Cioè la partecipazione di privati viene considerata compartecipazione alle spese e quindi viene già detratta dal compenso stabilito annualmente dalla Regione a favore dell'Air Vallée. Questo già avviene, questo continuerà ad esistere, questa è la forma che anche gli uffici hanno considerato la migliore possibile.

Sul discorso di sostituire trimestrale con semestrale si è già fatta un'ampia discussione; tenendo conto anche delle esigenze di una società, il discorso del rimborso posticipato trimestrale per il pacchetto di ore concordato credo sia accettato da tutti e il semestrale per il supero è una mediazione fra la fase precedente trimestrale e quanto veniva richiesto.

Quindi manterrei le proposte, che erano maturate anche in commissione, sulle quali vi era stata una larga convergenza.

Presidente Si passa all'esame dell'articolato. All'articolo 1 c'è l'emendamento proposto dal Presidente della Giunta, che recita:

Emendamento La società Air Vallée dovrà garantire il collegamento aereo Aosta-Roma-Aosta in tre giorni, fissi e programmati, di ogni settimana ad esclusione di quelli festivi, da concordarsi con l'Amministrazione regionale. In ogni volo saranno riservati, per le esigenze dell'Amministrazione regionale, almeno quattro posti. Nei giorni in cui non è impegnato nel collegamento trisettimanale Aosta-Roma-Aosta l'aeromobile potrà essere a disposizione della Regione Valle d'Aosta; tale rapporto deve considerarsi prioritario e non esclusivo.

Lo pongo in votazione.

Esito della votazione:

Presenti: 26

Votanti: 24

Favorevoli: 24

Astenuti: 2 (Gremmo e Maquignaz)

Il Consiglio approva

Presidente All'articolo 6 ci sono due emendamenti proposti dal Presidente Lanivi, e due emendamenti proposti dal Consigliere Riccarand.

L'emendamento proposto dal Consigliere Riccarand al primo comma dell'articolo 6 recita:

Emendamento Sostituire "1.100.000.000" con "900.000.000" e "2.750.000" con "2.250.000".

Ha chiesto di parlare il Consigliere Riccarand, ne ha facoltà.

Riccarand (VA) Insisto su questo emendamento, perché la cifra di questa convenzione forfettaria, 1 miliardo 100 milioni, era una cifra già elevata che era stata prevista; con la impostazione data sicuramente noi diamo una connotazione diversa a questa convenzione ma mettiamo anche in condizione di operare meglio, di avere meno spese, di avere possibilità di maggiori proventi da parte della società.

Quindi rimango dell'avviso che, per evitare complicazioni, interpretazioni che non sappiamo fino a che punto reggeranno perché non sono scritte in convenzione, la cosa migliore sia quella di prevedere una riduzione del forfait. Questa è la strada migliore, altrimenti rischiano di nascere delle interpretazioni diverse, perché si basano su accordi non scritti che possono essere modificati. Insisto su questo emendamento, che mi sembra equo e che non andrebbe a penalizzare la società.

Presidente Pongo in votazione l'emendamento proposto dal Consigliere Riccarand:

Esito della votazione

Presenti: 25

Votanti: 3

Favorevoli: 3

Astenuti: 22 (Agnesod, Aloisi, Beneforti, Chenuil, Faval, Lanivi, Limonet, Louvin, Mafrica, Maquignaz, Marcoz, Monami, Mostacchi, Pascale, Perrin, Ricco, Rollandin, Rusci, Trione, Stévenin, Vallet e Viérin)

Il Consiglio non approva

Presidente Si passa all'esame dell'emendamento proposto dal Presidente della Giunta al terzo comma, che recita:

Emendamento "il terzo comma è soppresso".

Lo pongo in votazione.

Esito della votazione:

Presenti: 25

Votanti: 24

Favorevoli: 23

Contrario: 1

Astenuto: 1 (Stévenin)

Il Consiglio approva

Presidente L'emendamento proposto dal Consigliere Riccarand al quarto comma dell'articolo 6 recita:

Emendamento Sostituire "trimestrali" con "semestrali".

Ha chiesto di parlare il Consigliere Riccarand, ne ha facoltà.

Riccarand (VA)Questo è un emendamento di tipo tecnico, che forse non è stato capito, ma è coerente con quello che era stato deciso nella commissione.

C'era una discussione fra chi sosteneva che l'extra doveva essere calcolato sulla base annuale, il sottoscritto sosteneva che la Regione doveva pagare un extra all'Air Vallée solo se si superavano nell'anno le 400 ore; c'era chi invece sosteneva, è la bozza di convenzione che abbiamo in mano, che l'extra doveva essere calcolato su base trimestrale, cioè ogni trimestre, se si superavano le 100 ore, la Regione doveva pagare un extra in più, anche se nel trimestre successivo si facevano meno ore.

La maggioranza della commissione aveva deciso di attestarsi su una via intermedia, cioè calcolare l'extra su base semestrale, e da qui l'emendamento presentato dal Presidente della Giunta. Però l'emendamento del Presidente della Giunta diventa inutile se noi manteniamo "per ulteriori necessità trimestrali", per cui bisogna correggere e dire: "per ulteriori necessità semestrali viene fissato un compenso di lire 2.600.000= per ora/volo, IVA esclusa, da liquidarsi semestralmente".

Altrimenti prevediamo solo la liquidazione semestrale, ma il calcolo dell'extra rimane sempre fatto su base trimestrale, che non era quello che aveva deciso la commissione.

Presidente Ha chiesto di parlare il Presidente della Giunta, ne ha facoltà.

Lanivi (GM) Mi sembra corretta la proposta fatta dal Consigliere Riccarand.

Presidente Pongo in votazione l'emendamento proposto dal Consigliere Riccarand.

Esito della votazione:

Presenti: 27

Votanti: 26

Favorevoli: 26

Astenuto: 1 (Stévenin)

Il Consiglio approva

Presidente Vi è un secondo emendamento all'articolo 6 presentato dal Presidente della Giunta che recita:

Emendamento Al quarto comma, dopo le parole: "IVA esclusa" sono inserite le seguenti: "da liquidarsi semestralmente".

Lo pongo in votazione.

Esito della votazione:

Presenti: 28

Votanti: 26

Favorevoli: 26

Astenuti: 2 (Gremmo e Stévenin)

Il Consiglio approva

Si dà atto che alle ore 11,12 assume la Presidenza il Vicepresidente Trione.

Presidente All'articolo 7 vi è un emendamento del Presidente della Giunta, che recita:

Emendamento Le parole "Il compenso previsto dall'articolo 6" sono sostituite dalle seguenti: "Il compenso previsto dal primo comma dell'articolo 6".

Lo pongo in votazione.

Esito della votazione:

Presenti: 24

Votanti: 23

Favorevoli: 23

Astenuto: 1 (Gremmo)

Il Consiglio approva

Presidente All'articolo 9 vi è un emendamento del Presidente della Giunta, che recita:

Il secondo comma è sostituito dal seguente:

Emendamento "La Società Air Vallée S.p.A. provvederà a trasmettere alla Presidenza della Giunta regionale una relazione semestrale sull'utilizzazione delle ore di volo. La Presidenza della Giunta regionale dovrà inoltrare tale documentazione alla Presidenza del Consiglio regionale".

Lo pongo in votazione.

Esito della votazione:

Presenti: 24

Votanti: 23

Favorevoli: 23

Astenuto: 1 (Gremmo)

Il Consiglio approva

Presidente Vi è una modifica che non chiamerei neppure emendamento: si tratta di sostituire i termini aeroplano e velivolo con aeromobile. La modifica verrà fatta di ufficio.

Abbiamo ancora gli emendamenti all'articolo 10 del Consigliere Riccarand.

Il primo emendamento recita:

Emendamento Dopo "Intervalli di tempo" aggiungere "o nei posti".

Ha chiesto di parlare il Consigliere Riccarand, ne ha facoltà.

Riccarand (VA)Anche questo è un emendamento semplicemente perché ci sia chiarezza nella convenzione.

Qui si diceva che l'Air Vallée nei giorni non prenotati e comunque negli intervalli di tempo non utilizzati dall'Amministrazione può vendere ore di volo a soci o a terzi; sarebbe opportuno prevedere esplicitamente la dizione "o nei posti", perché non è solo negli intervalli di tempo non utilizzati e nei giorni non prenotati, ma è anche nei viaggi aerei in cui l'Amministrazione non copre i posti.

É implicito forse questo discorso, però non sarebbe male, per chiarezza di convenzione, inserirlo.

Presidente Ha chiesto di parlare il Presidente della Giunta, ne ha facoltà.

Lanivi (GM) Per i motivi che ho detto in precedenza, cioè che nella realtà si realizzano gli stessi obiettivi, su questi emendamenti proporrei l'astensione.

Presidente Pongo in votazione l'emendamento del Consigliere Riccarand.

Esito della votazione:

Presenti: 23

Votanti: 2

Favorevoli: 2

Astenuti: 21 (Agnesod, Aloisi, Beneforti, Chenuil, Faval, Lanivi, Lavoyer, Limonet, Mafrica, Marcoz, Martin, Monami, Mostacchi, Pascale, Perrin, Ricco, Rollandin, Trione, Vallet, Viérin e Voyat)

Il Consiglio non approva

Presidente Il secondo emendamento presentato dal Consigliere Riccarand all'articolo 10, in alternativa all'emendamento dell'articolo 6 che non è stato prima approvato, recita:

Emendamento Aggiungere al termine "I proventi derivanti da posti venduti a soci o terzi in viaggi concordati con la Regione, devono essere detratti dai compensi richiesti alla Regione in base all'articolo 6".

Ha chiesto di parlare il Consigliere Riccarand, ne ha facoltà.

Riccarand (VA)Era un emendamento subordinato, secondo me era molto meglio ridurre il compenso forfettario annuo; però se non si riduce il compenso forfettario annuo, a maggior ragione bisognerebbe essere espliciti su questa forma di detrazione da fare da parte della società.

Si dice all'articolo 10 che la società ha la facoltà di vendere ore/volo ai propri soci o a terzi, però bisogna prevedere che, quando queste ore/volo vengono vendute su voli concordati con l'Amministrazione, i proventi devono essere defalcati dalla fattura, che viene mandata trimestralmente all'Ammini-strazione regionale.

Se questo non lo mettiamo, certo si può dire che è già la prassi così, però la prassi non trova un supporto nella convenzione scritta. Quindi le situazioni possono modificarsi, come pure le volontà e le intenzioni, e noi non abbiamo una certezza derivante da quello che è scritto nella convenzione.

Non vedo difficoltà sostanziale ad inserire in convenzione una simile formula, per cui insisto perché, non avendo accettato la riduzione del compenso annuo, pur con una modifica di convenzione che va a vantaggio dell'Air Vallée, almeno si introduca questo comma aggiuntivo.

Presidente Ha chiesto di parlare il Presidente della Giunta.

Lanivi (GM) Manterrei la proposta di astensione, motivata anche dal fatto che su questo argomento abbiamo richiesto dei pareri dal punto di vista legale. Ci è stato consigliato questo tipo di atteggiamento.

Presidente Ha chiesto di parlare il Consigliere Rollandin, ne ha facoltà.

Rollandin (UV) Je profite du débat sur cet article pour faire une recommandation.

Je crois que la question de la gestion des places de l'avion est assez délicate, peut-être on pouvait étudier une formule pour mieux placer l'intervention régionale par rapport au financement direct, qui est lié à l'emploi de l'avion par des personnes qui veulent aller à Rome et qui payent leur billet et cetera.

On pouvait mieux étudier le fait de faire tout simplement une action mathématique, c'est-à-dire il y a l'intervention de l'extérieur de quelqu'un qui va a Rome, alors on va réduire l'intervention publique, peut-être exagérée.

Tout de même je ne voudrais pas qu'il y ait de la part de ceux qui gèrent le vol Aoste-Rome, la tendance à augmenter la disponibilité pour les autres plutôt que pour les dépendants régionaux.

Je voudrais être très clair. Très souvent on peut savoir de l'exigence d'aller à Rome à la dernière minute, alors quel est le délai accepté pour savoir si on peut s'organiser d'une certaine façon? D'après cette nouvelle convention il y aura trois vols réguliers chaque semaine, on ira choisir les jours qui sont, j'estime, les plus favorables pour les exigences de l'Administration régionale. Par conséquent, il faudra revoir ce système, car il y a là quelque chose qui cloche par rapport à l'organisation actuelle.

Surtout je crois que ce sera très important de régler le plus tôt possible le système d'accès à cet avion, comment et dans quel délai on doit s'organiser pour donner une réponse, autrement on risque d'avoir des difficultés.

Pour avoir une utilisation optimale de cet avion, il faudra qu'on puisse arriver même la nuit à Aoste, autrement pendant tous les mois d'hiver, et c'est la période la plus délicate, on risque de ne pas avoir l'avion disponible. Par conséquent le bénéfice d'avoir un avion disponible qui peut arriver à Aoste et qui pourrait donner la possibilité même à d'autres d'arriver à Aoste, vient d'être annulé.

Je ne sais pas à quel point ce sont les travaux pour l'illumination de la piste, mais ce serait opportun d'accélérer les procédures, autrement pendant toute la période hivernale le fait de partir d'Aoste mais d'arriver à Tourin donne des difficultés aux voyageurs.

Presidente Ha chiesto di parlare il Presidente della Giunta.

Lanivi (GM) I rilievi fatti dal Consigliere Rollandin sono più che validi, pertanto vorrei fornire alcune notizie.

Mi pare che sia stata sottolineata dal Consigliere l'esigenza di garantire una utilità rispetto all'Amministrazione regionale dell'uso di questo velivolo; l'emendamento all'articolo 1 fa una riserva di almeno 4 posti per l'Amministrazione regionale.

Diventa quindi importante, ha ragione il Consigliere Rollandin, che al più presto vengano stabiliti i termini di prenotazione; quindi i giorni, gli orari e i termini di prenotazione.

Il secondo rilievo riguarda il tempo di utilizzazione giornaliero soprattutto nel periodo invernale del velivolo stesso, cioè la possibilità di atterrare ad Aosta piuttosto che non scendere a Torino. Fra l'altro in alcuni giorni dell'anno è anche a rischio Torino stesso, e vi è la possibilità di essere spostati su altri aeroporti. Questo è legato all'attrezzatura a terra e all'assistenza di volo del velivolo.

Qui ci sono almeno due problemi; il primo pensiamo di regolarlo entro la fine di questa legislatura, e cioè l'acquisizione delle proprietà del comune di Quart per la intera superficie attuale aeroportuale e prevedibili ampliamenti.

Contatti sono già stati presi con il comune, dovremmo farcela prima della fine di questa legislatura.

Il secondo problema è quello di dotare la struttura aeroportuale di quegli strumenti che possono garantire l'atterraggio nelle ore in cui oggi è impossibile atterrare.

Ribadisco l'astensione su questo emendamento per le considerazioni che avevo già svolto prima.

Presidente Pongo in votazione l'emendamento del Consigliere Riccarand.

Esito della votazione:

Presenti: 22

Votanti: 2

Favorevoli: 2

Astenuti: 20 (Agnesod, Beneforti, Chenuil, Faval, Lanivi, Lavoyer, Limonet, Louvin, Mafrica, Marcoz, Martin, Mostacchi, Pascale, Perrin, Ricco, Rollandin, Trione, Vallet, Viérin e Voyat)

Il Consiglio non approva

Presidente Vi è l'emendamento dell'Assessore Lavoyer al secondo punto del deliberato, che recita:

Emendamento Al punto 2 del deliberato si sostituisce 1992 con 1993.

Lo pongo in votazione.

Esito della votazione:

Presenti: 22

Votanti: 21

Favorevoli: 21

Astenuto: 1 (Gremmo)

Il Consiglio approva

Presidente Ha chiesto di parlare per dichiarazione di voto il Consigliere Riccarand, ne ha facoltà.

Riccarand (VA) Il voto del gruppo Verde Alternativo sarà un voto di astensione.

Abbiamo dato in passato un giudizio negativo a questo tipo di convenzione, ci sembra un onere eccessivamente elevato che non si giustifica rispetto alle necessità reali dell'Amministrazione.

Devo dare atto alla Giunta regionale di aver recepito una serie di osservazioni, che sono state formulate anche dal nostro gruppo, e di avere accolto la proposta di impostare in modo diverso questa convenzione.

La nostra astensione deriva dal fatto che sull'aspetto economico ci sembra che l'accordo non sia congruo, cioè diamo una situazione di eccessivo favore nei confronti di questa società, che responsabilizziamo troppo poco, alla quale fra l'altro diamo altre somme per quanto riguarda la gestione dell'aeroporto.

Ci sembra che si poteva forse fare di più. Comunque è da segnalare il fatto che c'è stata una correzione di rotta rispetto ad una impostazione precedente e questo lo valutiamo positivamente.

Presidente Ha chiesto di parlare il Consigliere Beneforti.

Beneforti (DC) Per dichiarare il voto favorevole della DC a questo disegno di legge, a seguito del dibattito che c'è stato in commissione ed a seguito dell'accoglimento della quasi totalità degli emendamenti che erano stati proposti da parte del Presidente della Giunta.

Riteniamo questa convenzione modificata secondo gli indirizzi che erano venuti fuori in commissione ed esprimiamo il nostro voto favorevole.

Si dà atto che il Vicepresidente Stévenin e il Consigliere Rusci non partecipano alla votazione sulla presente deliberazione.

Presidente Pongo in votazione l'intera delibera nel testo emendato.

Esito della votazione:

Presenti: 22

Votanti: 20

Favorevoli: 20

Astenuti: 2 (Gremmo e Riccarand)

Il Consiglio approva