La Donna dell'Anno

Il Premio Internazionale "La Donna dell'Anno" nasce nel 1998 per iniziativa del Consiglio regionale della Valle d'Aosta.
All'origine del premio c'è la particolare vocazione di questa piccola regione d'Europa a difendere i valori di identità culturale dei popoli, piccoli o grandi che siano, a porsi quale soggetto attivo nella storia della conquista e tutela dei diritti fondamentali, a operare affinché le differenze siano intese in termini di ricchezza da salvaguardare.

Tema centrale dell'edizione 2018

Diciamo no alla violenza in ogni sua forma di manifestazione!

Il premio si propone di contribuire a far sì che forte si faccia sentire la voce di chi difende nel mondo le donne maltrattate, violentate, umiliate, perseguitate, private di ogni diritto fondamentale sino a quello più sacro della vita. É un appello alla sensibilità di ognuno affinché risponda alla propria coscienza per tutte le terribili atrocità che vengono perpetrate nel mondo ed a cui si assiste senza essere capaci di reagire, di ribellarsi e di farsene carico.


In evidenza

Le felicitazioni del Consiglio regionale a Nadia Murad per il Nobel per la pace

Il Presidente del Consiglio Valle, Antonio Fosson, a nome suo personale e dell'intero Consiglio regionale della Valle d'Aosta, esprime felicitazioni per l'attribuzione del Premio Nobel per la pace 2018 a Nadia Murad, giovane yazida fuggita dalle torture del Daesh, ora impegnata contro i genocidi, che nel 2016 aveva vinto il Premio internazionale "La Donna dell'anno" promosso dal Consiglio Valle. «L'Assemblea [...]