Consiglio Regionale della Valle d'Aosta
Info Conseil

Comunicato n° 1 del 3 gennaio 2018

Adunanza del Consiglio regionale

Mercoledì 10 e giovedì 11 gennaio 2018

Il Consiglio regionale si riunirà mercoledì 10 e giovedì 11 gennaio 2018, con inizio alle ore 9.00, per esaminare un ordine del giorno composto di 40 oggetti, tra cui 8 interrogazioni, 21 interpellanze e 6 mozioni.

Ad inizio seduta, il programma dei lavori prevede l'accettazione delle dimissioni rassegnate dal Presidente del Consiglio regionale Andrea Rosset e la sua sostituzione.

In merito alle interrogazioni, il gruppo ALPE ne ha poste due a proposito di: individuazione di misure compensative dei mancati introiti delle attività commerciali a seguito della chiusura del Traforo del Gran San Bernardo; modalità di erogazione delle cure odontoiatriche ai cittadini con vulnerabilità sanitaria e sociale.

Il gruppo Misto ha depositato tre interrogazioni per chiedere notizie di uffici pubblici non accessibili a persone con disabilità, dell'aeroporto regionale e di una sanzione amministrativa comminata alla Regione dal Garante della privacy.

Anche il Movimento 5 Stelle ha iscritto tre interrogazioni in merito a: avvallamento da parte dei responsabili della Casinò de la Vallée spa di comportamenti antisindacali; modalità di assegnazione delle risorse per la copertura della morosità incolpevole in materia di politiche abitative; azioni poste in essere dalla società italiana di gestione del Traforo del Gran San Bernardo (SITRASB) per il recupero del maggior compenso erogato ai componenti del Collegio sindacale.

Riguardo alle interpellanze, due sono state presentate congiuntamente da AC-SA-PNV e da ALPE in merito ad un eventuale adeguamento del bilancio della Regione per l'anno 2018 alla legge di bilancio dello Stato e alla risoluzione della problematica relativa alla riduzione delle tariffe autostradali.

Il gruppo AC-SA-PNV illustrerà altre cinque interpellanze: agevolazione dell'acquisto dei biglietti del treno da parte delle persone disabili in tutte le stazioni ferroviarie della regione; realizzazione di nuovi modelli organizzativi sanitari sul territorio regionale; tempistica per la realizzazione di indagini statistiche sulla programmazione sanitaria; offerta di snowpark da parte di società di gestione di impianti di risalita; chiusura dei tracciati di sci alpinismo nel Comune di Champorcher da parte della società Monterosa Ski.

Anche il gruppo ALPE ha depositato cinque interpellanze: nuovo modello di governance del settore turistico; erogazione del biglietto al casello autostradale Aosta Ovest anche nella direzione Torino; rispetto delle prescrizioni di cui alla legge n. 132/2016 (Istituzione del Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente e disciplina dell'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) in materia di protezione ambientale; interventi per garantire un efficace sistema d'emergenza/urgenza ai cittadini che risiedono in zone montane disagiate; riorganizzazione dell'Ufficio restauro del Dipartimento Soprintendenza ai Beni culturali.

Sei sono invece le interpellanze del gruppo Misto: risultanze dell'attività svolta a seguito dell'accreditamento del Registro tumori regionale presso l'Associazione italiana dei registri tumori (AirTUM); ristrutturazione dello stabile Saint-Bénin di Aosta; rimodulazione delle modalità di applicazione delle "adaptations" nella scuola valdostana; mancanza di risorse finanziarie iscritte nel bilancio di previsione 2018/2020 della Regione; tutela dell'immagine delle Società partecipate; comunicazione agli Enti locali delle risorse finanziarie disponibili per l'anno 2018.

Il gruppo M5S ha proposto tre interpellanze: presentazione di una istruttoria sulla situazione del personale INVA utilizzato da Regione e USL alla competente Commissione consiliare; avvio di un'indagine interna alla Casa da gioco per l'individuazione del responsabile del mancato controllo dei giorni di ferie non godute dal personale dell'Azienda; riorganizzazione dei servizi socio-assistenziali a favore delle persone anziane non autosufficienti.

Infine, all'ordine del giorno figurano sei mozioni: una è stata presentata dai gruppi AC-SA-PNV, ALPE e M5S ed è volta alla revoca del documento recante le "Adaptations" e la revisione della legge regionale n. 18/2016 in materia di riforma del sistema di istruzione e formazione scolastica; un'altra è stata depositata congiuntamente dai gruppi AC-SA-PNV e Misto per modificare l'articolo 18 della legge regionale concernente le disposizioni collegate alla legge di stabilità regionale 2018/2020 in merito alle competenze del Dipartimento di prevenzione; una terza è stata iscritta congiuntamente da AC-SA-PNV e ALPE sulla predisposizione di un piano operativo triennale di attrattività delle imprese.

Le restanti tre mozioni sono state presentate rispettivamente dal gruppo UVP sull'intitolazione ad Emilio Lussu di un luogo idoneo a ricordarne la figura, dal gruppo Misto sulla proroga della moratoria per limitare l'autorizzazione di nuovi prelievi d'acqua ad uso idroelettrico e da ALPE sugli interventi per garantire un'adeguata connessione Internet agli operatori economici.

I lavori dell’Assemblea saranno trasmessi in diretta sul sito del Consiglio regionale (www.consiglio.vda.it), sul canale YouTube del Consiglio (www.youtube.it/user/consvda) oltre che sul canale televisivo TV Vallée (canale 15 del digitale terrestre).



MM